L’ETERNEIDE – gli operai pugliesi all’Eternit di Niederurnen (CH)

 L’ETERNEIDE

gli ex-operai pugliesi dell’Eternit e l’amianto svizzero di Niederurnen

eternit (1)Di storie da raccontare ce ne sono maledettamente troppe, ci siamo soffermati sulle più emblematiche, forse le più dolorose, con la convinzione che tali storie debbano aprire un grande momento di riflessione su questa drammatica vicenda che per emergere ci ha messo 50 anni e che ha distrutto la vita di migliaia di uomini, donne e bambini. Abbiamo approfondito lo studio avvalendoci di oncologi esperti (Dott. Castellano) che tuttora collaborano con l’associazione Emigranti esposti e Familiari salentini Vittime amianto Svizzera, studiato le patologie amianto-correlate e raccolto numerosi documenti che rendono assordante il silenzio studiato a tavolino sulle conseguenze provocate dall’amianto. Il documentario si avvarle della collaborazione di Bruno Pesce, portavoce Associazione vittime amianto di Casal Monferrato la quale, con l’aiuto del Procuratore Capo di Torino Raffaele Guariniello, anch’egli intervistato, dopo 30 anni è riuscita a far emergere la verità e a dare ai nostri concittadini la possibilità di iniziare un nuovo procedimento giudiziario a carico dei vertici della fabbrica svizzera. 

I lavoratori Salentini possono ora sperare di ottenere giustizia.

La Mexapya Produktio dopo il documentario d’esordio In Nome Del Padre torna ad affrontare il tema degli emigranti in Svizzera, stavolta però prediligendo lo stile d’inchiesta, in questo caso rispetto alla lotta che stanno portando avanti i lavoratori pugliesi ex-operai della fabbrica dell’Eternit emigrati a Niederurnen tra gli anni ’60 e gli anni ’80, per ottenere giustizia e diritti.

eternit

Sperimentiamo per la prima volta la formula del crowdfunding a beneficio della distribuzione di questo lavoro: a fronte di ogni quota da 10 euro verranno corrisposte due copie del documentario a lavoro ultimato:

http://www.produzionidalbasso.com/pdb_1831.html

Pensiamo che la pratica delle produzioni dal basso garantisca anche una maggiore libertà d’espressione e una reale condivisione dei temi trattati e delle proposte avanzate. Chiediamo a quanti hanno apprezzato il nostro primo lavoro di contribuire alla realizzazione di questo nuovo documentario e di collaborare alla divulgazione dei suoi contenuti.

www.mexapya.net

info:

mexapya@gmail.com

Annunci

FESTA DELLE MIGRAZIONI 2012

FESTA DELLE MIGRAZIONI

11 AGOSTO 2012 – Seconda Edizione

Stazione Ferrovie Sud-Est

CASTIGLIONE D’OTRANTO (LE)

Programma della serata:

H. 21.30 – Proiezione del documentario “TOMORROW’S LAND

di Andrea Paco Mariani e Nicola Zambelli (Italia, 2011)

“At-Tuwani è un piccolo villaggio palestinese di contadini incastrato nelle aride colline a sud-est di Hebron, Area C della West Bank a controllo amministrativo e militare israeliano. Sotto costante minaccia di evacuazione dal 1999, il villaggio è oggetto di ripetuti attacchi da parte dei coloni che vivono nel vicino avamposto di Havat Ma’on e nell’insediamento di Ma’on.

In risposta a tutto questo consolidato sistema di ingiustizie, da dieci anni è nato il Comitato di Resistenza popolare, diretta espressione della rivolta della classe contadina locale e contemporaneamente potente destabilizzatore dei meccanismi di controllo e repressione attuati dall’occupazione israeliana.

Con il supporto e la collaborazione degli attivisti israeliani e gruppi internazionali, il movimento sta crescendo e si sta affermando in chiave regionale come uno dei possibili percorsi per costruire ed immaginare un nuovo futuro.”

www.tomorrowsland.com

H. 22:30 Dialogo in videoconferenza con gli autori del documentario

Interviene PATI LUCERI (esperto in cultura mediorientale)

H. 23:00 Concerto del cantatutore bolognese VERNER

www.verner.it

H. 00:00COMPLESSINO VAZCA – Power Prog’n’Roll Duo

https://sites.google.com/site/albertopiccinni/home/musicperformance/complessino-vazca

Durante la manifestazione sarà possibile visitare la mostra fotografica

CARO MIO, IN SVIZZERA HO RESPIRATO L’ETERNIT

per info: mexapya@gmail.com

Proiezione Cinema Edison -Parma-

I registi Donato Nuzzo e Fulvio Rifuggio, presenti in sala, incontrano il pubblico e raccontano com`è nato il loro film, che racconta una storia poco conosciuta: l’esodo italiano in Svizzera del dopoguerra

 

IN NOME DEL PADRE
di Donato Nuzzo, Fulvio Rifuggio

La povertà, la fame, la scelta obbligata dell’emigrazione, il viaggio in un treno che sembra un carro bestiame, l’arrivo in un paese inospitale. «In nome del padre», il film documentario in programma al Cinema Edison d’essai l’8 maggio alle 21.15, racconta tutte le tappe di una pagina poco conosciuta della storia italiana recente, quella dolorosa dell’emigrazione italiana in Svizzera a partire dalla metà degli anni ’50. I registi, Donato Nuzzo e Fulvio Rifuggio, presenti in sala, incontrano il pubblico e approfondiscono i temi affrontati nel film.

«L`opera  – spiegano gli autori – focalizza la sua attenzione, attraverso le interviste agli stessi emigranti, sulle condizioni di vita, sociali, economiche e culturali, dei nostri connazionali partiti per lavorare in terra elvetica. Il lavoro è composto da riprese e interviste effettuate sia in Italia, con precise ricostruzioni storiche in Puglia, sia in Svizzera, nei Cantoni Glarus e Zug, con particolare attenzione all`odierna situazione che vivono quotidianamente gli emigranti rimasti lì a vivere e lavorare».

Il film ripercorre le diverse fasi attraversate dall’emigrazione italiana in Svizzera. Le difficili condizioni di vita dei ceti popolari in vaste zone dell’Italia negli anni Cinquanta, l’abbandono della terra natale, l’angoscioso viaggio in treno, l’iniziale accoglienza ostile della popolazione ospitante, il lavoro duro, la presa di coscienza dei propri diritti e la fondazione dei centri italiani in Svizzera, il miglioramento della situazione con l’arrivo della seconda ondata migratoria negli anni Settanta.

Il film, prodotto dall’associazione onlus di musica e cultura “A.B.Michelangeli”, è stato realizzato con il contributo essenziale di Dieter Bachmann, Presidente dell`Istituto Svizzero a Roma dal 2000 al 2003.
   
Biglietti euro 5.

Informazioni tel 0521 964803, http://www.solaresdellearti.it/cinema.

“La Favola delle Api” ospita la proiezione del doc. ” In Nome del Padre”

 

La mostra fotografica “La favola delle api”  si pone l’obiettivo di voler raccontare attraverso le immagini una giornata di lavoro e di creare un intreccio di storie ed esperienze come strumento di indagine e riflessione. Il lavoro ieri,oggi e domani.

28 Aprile 2012 Teatro Imperiali-Francavilla Fontana-Brindisi-

Nuova Proiezione ad Andria

Domenica 19 febbraio 2012, alle ore 19:30 in via Quarti n/11 Andria  

presso la casa di accoglienza “Santa Maria Goretti” , verrà proiettato

 il documentario “In Nome Del Padre”, di Donato Nuzzo & Fulvio Rifuggio

Attraverso decine di proiezioni in tutta Italia e nel paese elvetico, il film sta contribuendo ad arricchire la memoria dei più giovani, suscitando i ricordi di chi ha vissuto i “giorni” dell’emigrazione italiana.“A noi dell’associazione Carsica è sembrato giusto sottolineare, grazie al lavoro dei due registi salentini, un passato nemmeno tanto remoto che ha riguardato tutti noi anche nel nord-barese. Chi non ha mai conosciuto o ha mai ascoltato le storie di un amico, di un parente, emigrati nel nord Italia o all’estero?Ad Andria, inoltre, il lavoro instancabile dei volontari del centro di accoglienza “Santa Maria Goretti”, diretti da Don Geremia Acri, ci mostra ogni giorno, ogni ora, la realtà dei migranti di oggi, che va compresa e rispettata.Vorremmo, per una sera, che le prospettive di chi accoglie e di chi è accolto si incontrino al fine di fornirci nuovi strumenti per stimolare la riflessione sulle attuali dinamiche del fenomeno migratorio da e versola Puglia”.*

Saranno presenti  alla proiezione gli autori del documentario, Fulvio Rifuggio e Donato Nuzzo.

 *Mirko Leonetti – Associazione Culturale “Carsica

L’ingresso prevede un contributo minimo di 2 euro a persona al fine di raccogliere fondi a favore delle attività della Casa di Accoglienza Santa Maria Goretti.  Per informazioni:

Associazione Culturale “Carsica” – Via Corradino di Svevia, 10 – 76123 Andria (BT)Telefono: 349-1508105 – E-mail: associazione.carsica@gmail.com

Una nuova avventura nelle scuole

Parte la nuova avventura nelle scuole.

A Tricase (Le) il liceo Scientifico/Classico ” L.Stampacchia”  organizza per il 26 Gennaio ore 09:30 Aula Magna- la proiezione del Documentario “In Nome del Padre” a seguire incontro con gli autori e concerto della band “Madeleine” diretta dal maestro Luigi Botrugno già compositore delle musiche del Documentario. All’interno dell’ Istituto si avrà la possibilità di visitare la mostra allestita dai ragazzi “Scatti d’autore passati per il futuro”A Frascati (Roma) l’ITIS (Istituto Tecnico Industriale) “Enrico Fermi” organizza per il 28 Gennaio -ore 10:30 Aula Magna- la proiezione del Documentario ” In Nome del Padre” a seguire incontro con gli autori. 

Festival delle Migrazioni 2011

CASTIGLIONE D’OTRANTO  –  10 E 11 AGOSTO 2011

(Foto di Gianluca Carluccio)

CASTIGLIONE

“Festival delle Migrazioni” tra Emigranti e Africans

Valige di cartone, pane e zucchero, cioccolata amara e camice bianche

di Francesco Greco

Due sere intense dedicate alle migrazioni, topos d’ogni tempo dai Messapi agli Africans, che ridisegna paesaggi, contamina etnie, rafforza identità, irrobustisce radici. Ieri contadini, oggi laureati di 3a e 4a generazione. Simbolica la location scelta dall’Associazione culturale “Arturo Benedetti Michelangeli”: la stazione ferroviaria Sud-Est di Castiglione-Andrano (Le). Qui, a partire dagli anni ’60, mogli e madri piangevano abbracciando mariti e figli Continua a leggere